Oncologia

Non Convenzionato

Attività e specialità

AMBULATORIO DI PREVENZIONE DEI TUMORI E DELLE SINDROMI DA METALLI PESANTI

Ogni organo del nostro corpo può essere aggredito e danneggiato da diversi inquinanti ambientali, l’importante è conoscere i sintomi e prevenire i danni permanenti.
Tra gli inquinanti ambientali più dannosi all’uomo, i metalli pesanti e le diossine sono quelli maggiormente presenti negli ambienti di lavoro o di vita quotidiana.
I metalli pesanti possono entrare nel nostro organismo attraverso l’acqua, l’aria e l’alimentazione.
Alcuni di essi sono essenziali per un corretto metabolismo cellulare ma a concentrazioni oltre la soglia limite diventano tossici. Altri invece, non essenziali per l’uomo, sono tossici anche a basse concentrazioni tra cui piombo, mercurio, cromo e cadmio.
I metalli pesanti o le diossine che assorbiamo in dosi eccessive si possono concentrare in diversi organi, in particolar modo nel cervello, nel fegato, nei reni e nelle ossa.
Molti agenti inquinanti possono dare inizio ad un tumore con un meccanismo di attivazione cellulare mediante mutazioni genetiche.
Infatti, queste sostanze inquinanti oggi vengono classificate in diversi gruppi:

  • gruppo1: cancerogeno per l’uomo;
  • gruppo2A: probabilmente cancerogeno per l’uomo;
  • gruppo2B:  possibilmente cancerogeno per l’uomo;
  • gruppo3:  non classificabile per la sua cancerogenicità per l’uomo;
  • gruppo4:  probabilmente non cancerogeno per l’uomo.

I più pericolosi inquinanti per la salute dei lavoratori presenti negli ambienti di lavoro sono tra i metalli pesanti: il PIOMBO, l’ARSENICO, il MERCURIO, il CROMO e il CADMIO; per le DIOSSINE in particolare la tetracloro-dibenzo-p-diossina che è altamente cancerogena per l’uomo.
Questi stessi possono essere dosati nel sangue, nelle urine, e con l’analisi del capello ma il loro riscontro può essere effettuato anche nel latte materno, nelle secrezioni salivari o gastriche e nella sudorazione.
Oggi la diagnosi precoce si avvale di metodiche strumentali altamente precise per evidenziare una malattia già in atto anche se in fase iniziale.
Ma il nostro obiettivo è di ampliare tale programma di prevenzione individuando quei soggetti a rischio che potranno ammalarsi nel tempo a causa della presenza di alti dosaggi di metalli pesanti e/o diossine.

Elenco delle prestazioni erogate

La valutazione degli esami di diagnostica strumentale viene affiancata da un’indagine che consente di riscontrare la presenza nel sangue e nelle urine di  concentrazioni di METALLI PESANTI e DIOSSINE, per valutare in anticipo il rischio di contrarre tumori ed altre malattie.

…un esame del sangue e delle urine ti permetterà di  effettuare una prevenzione concreta e mirata che ti può salvare la vita!

Informazioni utili

Responsabile:
Pasquale Ruffolo



Orari di apertura: mercoledì 15:00 - 18:00

Il ritiro dei referti può avvenire a partire da 2 giorni dopo l’effettuazione dell’esame.